Counseling e Gruppi

Counseling e Gruppi

L’essere umano per sua natura ha bisogno di stare in contatto con altre persone e quindi ha bisogno di creare aggregazione con i simili, di socializzare, instaurare rapporti ma non soltanto per fini umanistici o sentimentali, anche per finalità lavorative, professionali, culturali. Riuscire ad interagire col gruppo, creando un lavoro di equipe che sia positivamente costruttivo è la finalità di ogni aggregazione.Ogni inserimento umano nel gruppo può essere portatore di fattori positivi come le risorse, oppure negativi come le difficoltà ed i timori, in tale caso sarà il sostegno creato all’interno del gruppo stesso ad aiutare il superamento di tali situazioni critiche e limitanti.Il gruppo seguito dal Counselor ha un sostegno in più in quanto l’operatore che ha una particolare sensibilità ed empatia deve focalizzare i punti che creano difficoltà ed aumentare quelli che creano positività ed ottimismo.Possiamo così sintetizzare quelli che sono gli obiettivi del gruppo sostenuto dal Counseling:
· Migliorare la comunicazione e i rapporti interpersonali;· Riattivare e valorizzare le risorse all’interno dell’ equipe;· Migliorare l’analisi delle criticità del gruppo e della situazione in cui si trova;· Individualizzazione in poco tempo degli obiettivi raggiungibili dal gruppo;· Definizione del piano d’azione per il raggiungimento degli obiettivi.
Le attività che si possono svolgere affinché questi obiettivi possano essere raggiunti dal gruppo sono svariate, dal semplice ascolto dinamico e non del gruppo all’utilizzo dell’arte.Vediamo cosa si intente quando parliamo di Counseling applicato ai gruppi con l’utilizzo dell’arte:quando parliamo di arte parliamo di musica, teatro, danza, pittura e tutto ciò che metti in campo la creatività del singolo a beneficio del singolo e del gruppo.Freud riteneva che il prodotto artistico fosse lo specchio del mondo interiore della persona. Seguendo la linea di Freud, Jung riteneva che l’arte avesse un valore sociale, in quanto mezzo fondamentale di comunicazione dove le singole emozioni del singolo individuo diventano generali e collettive.Il counselor guida il gruppo nelle varie fasi del lavoro, dalla verbalizzazione dell’emozione del singolo, verso l’alienazione di quest’ultima nel gruppo per poi arrivare alla risoluzione collettiva di quell’emozione (che spesso non appartiene solo ad un componente del gruppo ma a più componenti o anche a tutto il gruppo).Lavorare in gruppo permette di superare gli ostacoli più duri della nostra mente, come la vergogna o il sentirsi soli in quell’emozione. L’energia del gruppo si trasforma in accoglienza, in ascolto non giudicante e in una mano per superare il momento ostico.Il mio problema, il tuo problema, il vostro problema, il NOSTRO PROBLEMA.La mia battaglia, la tua battaglia, la vostra battaglia la NOSTRA BATTAGLIA.Io, tu, voi..NOI.Questo è il Gruppo, questo è il Counseling applicato ad un gruppo, che sia esso composto da bambini, adolescenti o adulti.

Iscriviti alla newsletter