Quando il lockdown diventa la chiave per aprirci a noi stessi

Quando il lockdown diventa la chiave per aprirci a noi stessi

Il Lock Down è un protocollo d’emergenza che consiste nell’impedire a delle persone o a delle informazioni di lasciare una determinata area!Vi ricorda qualcosa?A me ricorda vagamente quello che avviene tra conscio e inconscio…no?Qual è il motivo che non ci permette di convivere con questa situazione di chiusura in maniera serena?Lo stare a casa, senza la possibilità delle distrazioni esterne…. Che siano esse l’aperitivo, la passeggiata, lo shopping ci mette nelle condizioni di dover confrontarci con quelle parti di noi stessi che evitiamo.Siamo a casa, siamo fermi… Pensiamo…Già pensiamo… Che strano il verbo Pensare…cosi sofisticato, cosi accogliente ma anche cosi terrificante..Accettare questo Lock down serenamente comporta accettare serenamente le nostre scomodità, nel quotidiano normale siamo abituati a ignorare, impegnandoci ogni secondo anche con le cose più superflue. Ed ora? Ora dobbiamo uscire dalla nostra confort zone, dobbiamo parlarci, ascoltarci dobbiamo occuparci di come ci sentiamo… Dobbiamo metter fine al nostro LOCK DOWN e imparare ad accudire anche quelle parti di noi, quei problemi, quei pensieri che tanto ci fanno male, che tanto sentiamo scomodi da evitare normalmente.Si lo so è difficile… molti non ne avevano la minima intenzione e ora si trovano costretti a guardarsi dentro.Fa paura!Ma la paura non è negativa… La paura è un’emozione fisiologica, la paura è quel segnale che ci permette di capire che dobbiamo tutelarci da qualcosa.Ma da cosa? Qual è il vostro burrone? Qual è il vostro pericolo? E’ davvero cosi ?La cosa che ci fa più paura in questo periodo è la nostra impossibilità di avere il controllo sulla situazione… ci dicono cosa, come e quando poter fare le cose… Ci dicono e non dicono, siamo continuamente su un’altalena… bene allora proviamo a fare l’unica cosa che possiamo fare..

CONTROLLIAMO IL CONTROLLABILE….

Cosa intendo? Controlliamo noi stessi, organizziamo le nostre giornate, prendiamoci il tempo per coccolarci, che siano esse coccole sportive, meditative, corporali… ma amiamoci. Apriamo le porte del nostro inconscio.. facciamo uscire le nostre emozioni più nascoste, accogliamole, abbracciamole e impariamo a viverci in armonia!Il futuro è tutta un’incognita oggi, l’unica cosa certa che possiamo sapere è come vogliamo uscire da questo Lock Down….Io sto aprendo l’inconscio alle porte della consapevolezza e voi?

Iscriviti alla newsletter